Comunicato Stampa                                                              Bari 17 gennaio 2019                 

Denunciamo l’ennesimo tentativo di colonizzazione ideologica perpetrato dal Comune di Bari attraverso un progetto realizzato dalle associazioni Link e Rete della Conoscenza”. E’ la nota di Generazione Famiglia Puglia che, attraverso la sua portavoce, Emanuela Antonacci, continua spiegando nei dettagli il caso: “con un finanziamento del Miur e promosso dal tavolo LGBTQI del comune di Bari, è  possibile per ben 200 scuole del  Capoluogo ricevere l’opuscolo  “Che cos’è l’amor? ”  in cui si veicola la teoria del gender e si affrontano  argomenti eticamente sensibili come l’autoerotismo, con immagini ed esempi espliciti”.

“Generazione Famiglia Puglia- continua la portavoce -vigilerà perché vengano rispettate le disposizioni contenute nella circolare  del Ministero dell’Istruzione, in cui viene riconosciuto il diritto di priorità educativa dei genitori, in particolare, riguardo le attività di ampliamento dell’offerta formativa, perché i genitori possano riceverne un’ adeguata e tempestiva informazione, evitando di trovarsi di fronte a brutte sorprese.”

Generazione Famiglia Puglia

bari@generazionefamiglia.it

Generazione Famiglia

Leave a Comment

3 + sedici =