Comunicato Stampa 23 agosto 2018

ASSOCIAZIONI PRO-FAMILY: CORTE DI PERUGIA CALPESTA IL DIRITTO DEI BAMBINI AD UNA MAMMA E UN PAPÀ

Le associazioni Pro Vita Onlus e Generazione Famiglia, già co-organizzatrici dei Family Day, intervengono con una dichiarazione congiunta sulla decisione della Corte d’Appello di Perugia, che ha ordinato al sindaco la trascrizione dell’atto di nascita del piccolo Joan come figlio di “due madri”.

«La coppia di donne ha aggirato il divieto di fecondazione eterologa per coppie dello stesso sesso, e si è recata in Spagna per realizzare una pratica che priva il bambino di suo padre e scinde in modo innaturale la figura materna», dichiara Toni Brandi presidente di Pro Vita onlus. «Ci auguriamo che il sindaco ricorra in Cassazione contro questa sentenza ideologica e attendiamo il regolamento in materia promesso da Matteo Salvini».

Jacopo Coghe, presidente di Generazione Famiglia, ribadisce con forza: «I bambini hanno diritto ad avere una mamma e un papà: le sentenze dei giudici non cambieranno mai questa realtà. È agghiacciante constatare come alcuni giudici siano pronti a ratificare pratiche vietate dal nostro ordinamento. C’è un conflitto tra i poteri dello Stato».

Ufficio Stampa Generazione Famiglia
Mail: press@generazionefamiglia.it
Tel: +39 392 9042395

Ufficio Stampa ProVita Onlus
Mail: ufficiostampa@provitaonlus.org
Tel.: 3471661461; 3395419121

Generazione Famiglia