IL SUPERMERCATO DEI BAMBINI: CAMPAGNA #STOPUTEROINAFFITTO

Due uomini non fanno una madre!” Questo lo slogan della nostra “choc-cante” grande campagna pubblicitaria contro l’utero in affitto!
A Roma, a Milano e a Torino, infatti, già da ieri puoi incontrare questi cartelloni:

Neanche 24 ore… e abbiamo già avuto un’eco mediatica non indifferente: abbiamo colto nel segno! Si sono scatenati i “soliti nemici” (il sindaco Chiara Appendino, la senatrice Monica Cirinnà, per es.) ma anche “insoliti amici” (come l’on. Sgarbi, l’on. Meloni, il Prof. Meluzzi ed il filosofo Diego Fusaro, per es.)!
Puoi seguire qui la rassegna stampa che sarà opportunamente aggiornata.

Un campagna, ideata insieme a ProVita, per palesare agli occhi di tutto la realtà dell’Utero in affitto: il supermercato dei bambini! Altro che gesto d’amore! LoveIsLove? LoveIsBuy!

 L’utero in affitto, infatti:

  • è un contratto commerciale per la fornitura di figli;
  • sfrutta il corpo della donna per questo scopo, causando gravi conseguenze fisiche e psicologiche;
  • comporta la creazione di orfani a tavolino: la mamma DEVE abbandonare il figlio per contratto;
  • permette di comprare un bambino con una spesa ingente che va dai 40 ai 150 mila Euro.

Noi non vogliamo un mondo in cui è possibile comprare figli su ordinazione, sfruttando donne!
Noi vogliamo un mondo in cui sia ancora possibile dire mamma e papà!
Questi sono alcuni dei motivi che ci hanno spinto ad impegnarci fisicamente ed economicamente per questa importantissima campagna pubblicitaria. Continua a seguirci: nei prossimi giorni ne vedremo delle belle.

Generazione Famiglia

Generazione Famiglia